Cappella Musicale di San Biagio

Istituita il 21 Dicembre 1589, la Cappella Musicale di San Biagio non ha mai interrotto la propria attività al servizio della Liturgia nella Basilica di San Biagio in Cento. Questa eccezionale vitalità è dovuta in primo luogo al sostegno finanziario della Comunità civica: le spese per la Cappella Musicale hanno figurato tra le voci fisse del Bilancio comunale fino agli anni della Prima Guerra Mondiale; dopo il 1915 la Cappella Musicale ha potuto contare sul determinante appoggio della Comunità parrocchiale e di Enti cittadini. Fra i suoi Maestri annovera nomi prestigiosi, fra i quali Antonio Corna (1589-1628), Evilmerodach Milanta (1683-1712), Giovanni Antonio Riccieri (1745-1746), Gaetano Gaspari (1828-1837). La Cappella Musicale, diretta dal M° Giorgio Piombini ininterrottamente dal 1970 fino al 2006, si è distinta sia per i numerosi concerti in occasione dei quali sono state proposte alcune fra le più significative composizioni, da lui tratte e trascritte per organo dall’Archivio Musicale della Parrocchia di San Biagio. Nell’ambito della Cappella Musicale, fortemente voluta dal M° Piombini, è da anni attiva la “Schola Gregoriana Angelica” così denominata dal “Codex Angelica 123” da cui è stata tratta la Missa “O beatissimi viri” per i SS. Vitale e Agricola, Protomartiri bolognesi. Al Maestro Giorgio Piombini, scomparso il 6 Maggio 2007, è subentrato nella direzione prima il M° Claudio Amato ed infine il M° Pier Paolo Scattolin.

2017-10-12T21:26:11+00:00