Project Description

Anna Piroli

Anna Piroli, soprano, si dedica alla vocalità contemporanea a partire da una formazione artistica ad ampio spettro che comprende pratica barocca, tradizione operistica, coralità ed esperienza di ensemble, coniugate a studi accademici di linguistica e letteratura, pratica di palcoscenico e regia d’opera, e ricerca nel campo della didattica vocale.

Nata nel 1989 a Cremona (Italia), dopo una Laurea Triennale in Lettere cum laude (con una tesi su Stravinsky e Orff) ha conseguito il diploma di Triennio in canto al Conservatorio “G. Verdi” di Milano con il massimo dei voti, e due Master of Arts presso il Conservatorio della Svizzera Italiana sotto la guida di Luisa Castellani (Master in pedagogia vocale nel 2016 e Master in performance del canto nel 2018, ottenendo la menzione di lode in entrambi i recital). Negli anni frequenta masterclass con interpreti di rilievo della vocalità barocca (M. Pennicchi, P. Vaccari, R. Invernizzi, S. Prina, E. Kirkby, N. Rogers), e approfondisce la prassi cameristica con strumenti storici con G. Togni. Contestualmente si perfeziona in vocalità contemporanea, oltre che con L. Castellani, con N. Isherwood e l’Ensemble Linea a Strasbourg e con A. Caiello e il Divertimento Ensemble. Vincitrice della 1a edizione della borsa di studio promossa dalla Fondazione Isabella Scelsi, viene scelta da Michiko Hirayama per avviare un percorso esclusivo di approfondimento dell’opera vocale di Giacinto Scelsi. Si specializza inoltre nel repertorio belcantistico con L. Serra e T. Fabbricini presso la Fondazione Donizetti di Bergamo e l’Accademia Teatro alla Scala di Milano. Nel 2016 ha debuttato il ruolo di Tina, protagonista dell’opera Limbus–Limbo di S. Gervasoni al Teatro Nazionale dell’Opera di Kiev con Ukho Ensemble diretto da L. Gaggero. Ha cantato in due diverse edizioni della Biennale Musica di Venezia interpretando sulla scena atti unici di F. Ciurlo e A. Cortese, diretti da M. Mantanus e F. Perocco. Più volte apprezzata nei Folksongs di L. Berio (LAC di Lugano, Bellinzona, Milano Film Festival, Bergamo, Modena, Moncalvo, Asti) e in Laborintus II di L. Berio in Sala Verdi a Milano. Ha collaborato con l’ensemble vocale Vox Àltera per la prima esecuzione assoluta di A sei voci di B. Furrer nel Festival La Via Lattea a Mendrisio e a Venezia. Insieme a Divertimento Ensemble ha cantato a Milano Aventures di G. Ligeti (Tearo Litta) e Lotófagos di B. Furrer (Auditorium S. Fedele); è stata solista con MDI Ensemble in Akrostichon–Wortspiel di U. Chin presso la Fondazione Spinola Banna per l’Arte. Numerose le prime esecuzioni di compositori emergenti (M. Azzan, Z. Baldi, C. Ciceri, R. Marsicano, M. Saleri, H. Yoon,…) e le collaborazioni con direttori come F. Bossaglia e con la Gioventù Musicale Internazionale.

Oltre ai ruoli di opera contemporanea, è stata solista nella stagione AsLiCo 2015 come contadina in Nozze di Figaro per la direzione di S. Montanari, e altrove ha interpretato ruoli comprimari in opere di tradizione e non: Annina in Traviata, Paggio e Contessa in Rigoletto, il Fuso ne La bella dormiente di Respighi, Criside in Satyricon e Poma ne L’Augellin Belverde di Maderna, Virtù ne L’incoronazione di Poppea di Monteverdi. Nel 2016 è stata protagonista dell’ottava edizione di Opera Kids del Teatro Sociale di Como con lo spettacolo T come Turandot, con più di 30 repliche in alcuni tra i principali teatri italiani. Nella stagione 2017 del Teatro Donizetti di Bergamo è scritturata come cover per la farsa Che originali! di Mayr.

Come solista di repertorio barocco si è esibita in contesti quali il Festival di Musica Sacra di Trento, il Festival Mozart di Rovereto, il Festival degli Strumenti Antichi di Cagliari, e ha collaborato tra gli altri con Concert d’Amis, Musici di Castello, Ensemble San Felice di Firenze, Barokni orkester Akademije di Ljubljana, Orchestra Rusconi diretta da D. Garegnani (nello Stabat Mater di Pergolesi).

Ha inciso da solista il Vespero delle Domeniche di Cavalli per la Dynamic, l’inedita Messa a 5 voci di F. M. Zuccari (di prossima uscita per Urania Records) e l’oratorio contemporaneo Franca da Vitalta composta e diretta da F. Perotti (che uscirà nel 2019).