Project Description

Coro Giovanile Italiano

Il Coro Giovanile Italiano è nato nel 2003 in seno a Feniarco, la Federazione Nazionale Italiana delle Associazioni Regionali Corali. Una selezione giovanile della coralità italiana, guidata da maestri d’eccezione, un’esperienza formativa importante, un laboratorio fonte di fruttuose impronte sul territorio, un coro che punta all’eccellenza: questo è il profilo voluto dalla federazione per il suo coro. I giovani coristi, tra i 18 e i 28 anni, provengono da diverse città d’Italia e da molteplici esperienze musicali e periodicamente si rinnovano portando energia, vitalità e passione. Nel corso degli anni si sono alternati alla guida del Coro Giovanile Italiano maestri di fama internazionale quali Filippo Maria Bressan, Nicola Conci, Stojan Kuret, Lorenzo Donati e Dario Tabbia, Gary Graden e Roberta Paraninfo. Il coro ha affrontato svariati repertori: dalla polifonia rinascimentale al Novecento storico, dalla Scuola Napoletana al repertorio popolare delle regioni italiane, dal Romanticismo ai compositori contemporanei, anche con nuove commissioni. Il coro ha preso parte per quattro volte al Festival Europa Cantat, una delle più importanti manifestazioni corali europee: Mainz (Germania, 2006), Torino (2012), Pécs (Ungheria) e Tallinn (Estonia, 2018). Il coro ha inoltre partecipato al festival Les Choralies a Vaison la Romaine (Francia, 2016) e si è esibito in importanti festival e stagioni musicali quali MiTo Settembre Musica a Milano e Torino (2016-17-18), Sagra Musicale Umbra (2017), Rezia Cantat a Lugano e Chiavenna (2018) solo per citare alcuni degli oltre 150 concerti tenuti nel corso degli anni. Nel 2014 il Coro Giovanile Italiano ha vinto tre primi premi al prestigioso concorso Florilège Vocal di Tours (Francia) e ha calcato il palco con The Rolling Stones nel loro concerto al Circo Massimo di Roma per l’esecuzione di un brano con le celeberrime icone del rock. Per il triennio 2017-2019 il Coro Giovanile Italiano è affidato alla direzione dei maestri Luigi Marzola e Carlo Pavese.

Luigi Marzola, direttore Diplomato in organo, pianoforte e direzione di coro, si è specializzato con N. Balatsch presso l’Accademia S. Cecilia di Roma. Ha studiato canto con M. Hayward e repertorio vocale da camera, come pianista, con D. Baldwin. In qualità di organista, cembalista, pianista e direttore di coro, ha collaborato con vari artisti tra i quali M. Ovadia, P. Stein, D. Fasolis, G. Sollima, A. Annecchino, F. Crivelli, T. Berganza, F. Ogéas, M. Hayward, su invito di organizzazioni concertistiche italiane ed estere in Belgio, Cina, Grecia, Germania, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Taiwan e Svizzera. Viene spesso invitato come giurato in concorsi corali nazionali e internazionali e a tenere masterclass sul repertorio corale, lirico e vocale da camera per direttori di coro, cantanti e pianisti. Ha collaborato per molti anni con la Musikhochschule di Lugano come direttore di coro e docente di direzione di coro. Dal 1996 al 2013 è stato direttore del Gruppo Vocale Cantemus di Lugano mentre nel 1998 ha costituito il duo Calycanthus con il soprano D. Shen. È docente di tecnica della direzione presso la Scuola superiore per direttori di coro della Fondazione Guido d’Arezzo e di accompagnamento pianistico presso il conservatorio G. Verdi di Milano. È membro fondatore dell’Associazione culturale Arione e presidente dell’Associazione per l’abolizione del solfeggio parlato (www.aasp.it) che promuove la riflessione sul settore dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica.

Carlo Pavese, direttore Diplomato in composizione e musica corale presso il Conservatorio G. Verdi di Torino, ha studiato pianoforte e direzione d’orchestra. Dal 1998 al 2001, come borsista De Sono, ha potuto approfondire il suo interesse per la nuova musica corale a Stoccolma, dove è stato assistente di G. Graden per tre anni. Si è perfezionato inoltre con E. Ericson, T. Kaljuste, F. Bernius. Ha fondato e diretto il Coro 900 di Torino (1995-2000), l’ensemble vocale Siryn di Stoccolma (2002-2005), il Torino Vocalensemble (2000-2012). È direttore del Coro G, fondato nel 2003, e dal 2005 è direttore artistico dell’associazione Piccoli Cantori di Torino, dove segue il coro di voci bianche, il coro giovanile e la scuola di musica. Svolge attività concertistica in Italia e in Europa ed è invitato da festival e corsi internazionali come docente di direzione, interpretazione e improvvisazione, e come direttore d’atelier corali. Ha diretto alcuni allestimenti di opere da camera presso il Piccolo Regio di Torino (tra i quali Un dragone in gabbia di G. Castagnoli e Man and Boy di M. Nyman) e il Teatro Comunale di Bologna. Le sue composizioni sono eseguite in Italia e all’estero. Ha anche arrangiato decine di canzoni a cappella, inclusa una versione integrale de La buona novella di F. De Andrè. È stato Artistic manager del Festival Europa Cantat XVIII Torino 2012 e attualmente è vicepresidente della European Choral Association-Europa Cantat.