Ass. Culturale Corale Città di Parma

L’Associazione, fondata nel 1964 dal Maestro Edgardo Egaddi, non ha scopi di lucro e persegue la propria finalità di trasmissione dell’interesse musicale attraverso corsi di canto nelle scuole, organizzando concerti e manifestazioni culturali. Il coro di voci miste, costituito da adulti in gran parte formati dall’esperienza acquisita lungo il cammino attraverso i gruppi precedenti, ha un’attività concertistica stabile propria ed in collaborazione con Orchestre ed Enti Musicali. Il vasto repertorio del Coro spazia dalla polifonia rinascimentale ad un programma sinfonico-corale, dagli autori del romanticismo tedesco a quelli contemporanei, percorrendo un itinerario che attraversa diversi secoli di musica corale e comprende composizioni sia di carattere sacro che profano, in relazione anche al contesto di esecuzione. La Corale ha inoltre recentemente ampliato il proprio repertorio classico con un programma di spirituals e canti gospel, interpretato da coro e da una big band di fiati, in collaborazione con l’Associazione Culturale “Lo Schiaccianoci” della provincia di Reggio Emilia. L’Associazione Culturale Corale “Città di Parma” ha collaborato con importanti Direttori d’Orchestra (Vladimir Delman, Gianandrea Gavazzeni, Gian Luigi Gelmetti, Romano Gandolfi) e Compositori tra i quali Ennio Morricone. Oltre all’attività concertistica ed alle tournées (Giappone 1981, Germania 1989) la Corale collabora con l’Orchestra dell’Emilia Romagna “A. Toscanini”, con la quale ha eseguito importanti brani del repertorio sinfonico-corale come il Magnificat di J.S. Bach, il Peer Gynt di Grieg, la Messa dell’Incoronazione di W.A. Mozart, la Messa di I. Stravinsky, il Messia di G. F. Haendel, la Messa in Sol di F. Schubert. Il Coro ha inciso un disco durante la tournée in Giappone, e nel 1996 ha registrato una raccolta di Lieder dall’op. 11 e 16 di F. Schubert per Coro Maschile e Chitarra per la casa discografica tedesca “Musica Mundi”. Vari e prestigiosi Direttori si sono succeduti alla guida della formazione parmigiana, tra i quali ricordiamo Antonio Burzoni, Bruno Gini e Mario Fulgoni.

Direttore: Simone Campanini

Nato a Parma nel 1977, la sua carriera è stata caratterizzata da un coinvolgimento eclettico come esecutore, compositore e ingegnere, sempre a livello professionale. Ogni disciplina ha avuto un forte impatto sulle altre, creando un’unica prospettiva rispetto alla scienza e all’arte. Ha studiato organo e composizione organistica con F. Tasini e S. Innocenti al Conservatorio di musica A. Boito di Parma. Ha approfondito la tecnica della direzione d’orchestra con D. Agiman. Nel 1999 ha vinto il terzo premio al concorso G. Giarda di Roma riservato ai migliori diplomati dell’anno precedente. Nel 2001 ha seguito un corso di perfezionamento con K. Schnorr sulla musica bachiana a Monaco. Dal 1996 è organista della basilica cattedrale di Parma. Dal 2004 dirige il Coro Città di Parma, un gruppo che nel corso di più di cinquant’anni di storia ha conseguito diverse affermazioni alle più importanti competizioni corali di Arezzo, Gorizia, Tours, ecc. Nel 2007 ha partecipato sia come solista all’organo che come direttore di coro alla realizzazione di un’opera enciclopedica in DVD dedicata alla musica rinascimentale e barocca dall’editore giapponese ICM. Come compositore ha ottenuto diversi riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali. Nel 2019 ha vinto il primo premio assoluto alla quarta edizione dell’IFCM – International Choral Composition Competition; nel 2017 il primo premio all’International Harpsichord Composition Competition W. Landowska a Ruvo di Puglia con un brano per oboe e clavicembalo eseguito da G. Fornari e C. Hartmann (oboe dei Berliner Philharmoniker). Ha avuto l’onore di essere tra i primi tre classificati all’International Choral Composition Competition of Japan 2018 e al XLIII International Choral Composition Competition Guido d’Arezzo. Nel 2019 il suo madrigale Quand’io movo su testo di Petrarca è stato brano d’obbligo al LXVII Concorso polifonico internazionale Guido d’Arezzo. Nel 2007 ha conseguito la laurea cum laude in ingegneria elettronica all’Università di Parma e nel 2015 il Dottorato di ricerca in ingegneria industriale con una tesi sulla scrittura di un software per la generazione di microfoni virtuali a partire da un reale array microfonico complesso. Dal 2008 al 2020 è stato collaboratore all’attività di ricerca del gruppo di acustica del Dipartimento di ingegneria industriale dell’Università degli studi di Parma diretto da A. Farina.